I lavori per la direttrice Perugia – Ancona e la Pedemontana delle Marche sono previsti nell'ambito del maxi lotto 2 del Progetto Quadrilatero Marche Umbria, che costituisce una infrastruttura strategica di preminente interesse nazionale ai sensi della legge obiettivo 21 dicembre 2001 n. 443.

Per il completamento della direttrice Perugia-Ancona le opere di competenza Quadrilatero riguardano i tratti della strada statale 318 da Pianello a Valfabbrica (sublotto 1.2) e della strada statale 76 Fossato di Vico – Cancelli (sublotto 1.1 A) e Albacina – Serra San Quirico (sublotto 1.1 B), nei territori provinciali di Perugia e Ancona.

Tali interventi si inseriscono nel quadro del potenziamento dell'intero asse viario tra i due capoluoghi, attraverso l'adeguamento a quattro corsie dell'attuale sede stradale.

Per la Pedemontana delle Marche, il progetto Quadrilatero prevede l'adeguamento della strada tra Fabriano e Muccia/Sfercia. L'avvio delle attività riguarda il tratto Fabriano-Matelica Nord (lotto funzionale del sublotto 2.1).

Il Piano di Monitoraggio Ambientale previsto dalla legge obiettivo è uno strumento fondamentale per la tutela dell'ambiente che permette di controllare le attività di cantiere e gli eventuali effetti sull'area, al fine di migliorare le prestazioni ambientali dell'opera per conseguire la massima compatibilità con il contesto territoriale di riferimento.

La realizzazione di un portale ha la finalità di integrare in modo coerente le informazioni di base e tematiche provenienti dallo Studio di Impatto Ambientale (SIA) con i dati derivanti dalle azioni di monitoraggio ambientale.

Il Monitoraggio Ambientale si articola nelle seguenti fasi:
  • Monitoraggio Ante Operam (MAO);
  • Monitoraggio in Corso d'Opera (MCO);
  • Monitoraggio Post Operam (MPO)